L’amore secondo Clarice

“Sembrava sapessero che quando l’amore era troppo grande e quando l’uno non poteva vivere senza l’altro, questo amore non era più attuabile: e neanche la persona amata poteva ricevere tanto. Lori era perplessa, notando che anche nell’amore bisognava avere buonsenso e senso della misura. Per un istante, come se si fossero messi d’accordo, lui le baciò la mano, umanizzandosi. C’era il pericolo, per così dire, di morire d’amore.”

“ – Amore è forse regalarsi l’un l’altro la propria solitudine? Perché è la cosa più estrema che si possa dare di se stessi, disse Ulisse.”

(Clarice Lispector, Un apprendistato o Il libro dei piaceri, trad. it. di Rita Desti, La Rosa, 1981, pp. 121-2; p. 129)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...