COME SCRIVERE FELICI /04: “PIANIFICARE”

Gustave Flaubert, come sappiamo, fu maestro di Guy de Maupassant. Io tra i due preferisco il secondo, ma questo è un altro discorso. Ad interessarci sono i suggerimenti dell’affermato e maturo scrittore all’apprendista tale; dalla strana e affascinante biografia scritta da Alberto Savinio come introduzione ad una raccolta di novelle, Maupassant e “l’Altro” (1944), leggiamo: “Flaubert correggeva i còmpiti dell’allievo, lo iniziava alla «tecnica del romanzo». «Per scrivere un romanzo» insegnava l’autore di Madame Bovary «bisogna anzitutto maturare a lungo il piano. Fatto ciò, si passa ai particolari cioè a dire si pensa ogni capitolo separatamente, senza mai andare oltre. Io mi prefiggo una pagina da scrivere, e non mi fermo se non quando l’ho portata a termine. In questo frattempo il resto del romanzo non esiste per me. Bisogna gridare le voci dei personaggi così forte, da udirsele rintronare dentro l’orecchio».”
(Alberto Savinio, Maupassant e “l’Altro”, Adelphi, 2013, pp. 49-50)

(Antonio Russo De Vivo)

Annunci

3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...