Scrittori

“Prima dell’arresto Mathias Olban non era stato uno scrittore prolifico. Ossessionato fin dall’adolescenza dal bisogno di scrivere, non sentiva però la necessità di comporre prose che avessero come obiettivo concreto la pubblicazione. Pensava che il gioco poetico, l’effimero accostamento delle parole, l’immersione in un mondo immaginario costituissero una dimensione importante della sua esistenza, ma che quell’attività, per quanto urgente, non dovesse più prendere corpo in un volume ordinario, chiuso e sepolto in uno scaffale della libreria.”

(Antoine Volodine, Scrittori, 2010, trad. it. di Didier Contadini e Federica Di Lella, Clichy, 2013, p. 14)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...