Paul Verlaine: i poeti maledetti

“Avremmo potuto dire Poeti Assoluti per restare nella calma, ma, a parte il fatto che la calma non si addice molto a questi tempi, il nostro titolo ha questo, che risponde in pieno al nostro odio e, ne siamo certi, a quello dei superstiti tra gli Onnipotenti in questione, per la volgarità dei lettori d’eccezione — una rude falange che ben ce lo restituisce.
Assoluti per l’immaginazione, assoluti nell’espressione, assoluti come i Reys netos dei secoli migliori.
Ma maledetti!
Giudicate.”

[Paul Verlaine, Prefazione a I poeti maledetti (1884-1888), trad. it. di Claudio Rendina, Milano, il Saggiatore, 2003, p. 29]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...