William e Emily. Masters

C’è qualcosa nella Morte
che ricorda l’amore.
Se con qualcuno con cui avete conosciuto la passione,
e la vampa del giovane amore,
dopo anni di vita comune,
sentite spegnersi la fiamma;
e così insieme svanite,
a poco a poco, soavemente,
per così dire abbracciati,
nella stanza consueta —
c’è, fra gli spiriti, un unisono
che ricorda l’amore!

[Edgar Lee Masters, William e Emily, in Antologia di Spoon River (1915), a cura di Fernanda Pivano, Torino, Einaudi, 1971 (I edizione, 1943), p. 75]

Annunci

4 comments

      1. oh sì ..a me era piaciuto molto anche”Many Mariages” …ma le sue poesie “A New Testament” non reggono il confronto con la sua prosa

      2. Ho letto le poesie di Anderson che sono state pubblicate da Corrimano e non posso che darti ragione. Anderson resta un grande prosatore e “Molti matrimoni” ce l’ho ma ancora non l’ho letto. Mi pare qualcuno stia per ristampare “Riso nero”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...