Amore e vita

Tutta la mia vita passata non è più mia,
Le ore volanti sono andate
Come sogni passeggeri abbandonati
Le cui immagini sono tenute in serbo
Da memoria soltanto.

Rochester Poesie e satireIl tempo che deve venire non è,
Come può dunque appartenermi?
Il momento presente è tutto quel che ho,
E quello, appena viene,
Filli, è soltanto tuo.

Dunque non mi parlare d’incostanza,
Di cuori falsi e voti infranti;
Se per miracolo posso esserti,
Questo lunghissimo minuto, fedele,
È quanto il cielo consente.

[John Wilmot II conte di Rochester, Amore e vita. Canzone (1691), trad. it. di Masolino d’Amico, in Poesie e satire, Torino, Einaudi, 2005 (I edizione, 1968), p. 39]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...