Erotica scrittura /01: Tommaso Landolfi

“Prese a spogliarsi con studiata lentezza. Dapprima buttò via la cappa, poi si sfilò, per di sotto, la veste, la veste (nera); e rimase esile, allettante, tra trine a buon mercato, nude le braccia e il colmo del sospirato seno. Landolfi  A casoLe sue ascelle sbuffavano peli lucenti, non meno procaci si quelli nascosti: ché non uno, ma tre, quattro, forse cinque luoghi dolenti e protetti hanno le donne, contando i labbri colla loro irresistibile peluria.”

[Tommaso Landolfi, Un petto di donna, in A caso, Milano, Rizzoli, 1975, pp. 127-8]

Immagine: Egon Schiele, Woman hiding her face, 1912, Richard Nagy gallery.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...