A pietre rovesciate. Dall’epica alla favola nera

Mauro Tetti inizia dalla creazione, dal Verbo e dalla musica, e il suo romanzo, A pietre rovesciate, è un mondo che si consuma in nemmeno cento pagine. Strana impresa in tempi di frammenti e di ‘ombelichismi’, di scritture – tante – ibride, di generi (thriller, noir, horror, ecc.) recuperati e innalzati in blocco a grande Letteratura, passando dallo snobismo alla celebrazione enfatica (si pensi all’incoronazione del re King Stephen da onesto mestierante a Genio, laddove il giusto mezzo non sarebbe disprezzabile). Nel solito contesto confuso dei confusi tempi di postmodernismo o post-postmodernismo (sia libera, qui, la scelta), questo piccolo romanzo di una casa editrice che non è tra le grandi, la Tunué, rappresenta un ritorno alla ‘narrazione’ del tipo di Benjamin Walter, ossia quale ripresa di un afflato epico, di un certo sentore di oralità e di una ancestrale saggezza. Nel suo piccolo è chiaro che l’opera non può mantenere totalmente fede alle sue intenzioni e che l’autore, Mauro Tetti, è al principio del suo percorso, peccando come spesso i prìncipi: c’è qualche ingenuità, c’è uno stile a tratti indeciso e frenato dai consueti giovanilismi di tanta scrittura giovane, soprattutto ci mette tanto, troppo, per afferrare il lettore e stringerlo alla lettura.

La recensione completa di Antonio Russo De Vivo, pubblicata il 27 settembre 2016 su CrapulaClub, è qui:

http://www.crapula.it/pietre-rovesciate-dallepica-alla-favola-nera/

Mauro Tetti
A pietre rovesciate
Latina, Tunué, 2016
pp. 103

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...