cinema

Assaggi da Carmelo Bene. Five easy pieces + 2 su talento, genio, eros, porno e fisiologia

Il talento fa quello che vuole, il genio fa quello che può.
(p. V)

“Così come subiamo passivamente ogni nostra percezione prenatale, subiremo anche in seguito il significante. Nella recidività della vita, il discorso non apparterrà mai all’essere parlante.”
(p. VI)
(altro…)

Muore suicida con un colpo al cuore. Guy Debord

“In tutta la  mia vita ho visto solo tempi torbidi, lacerazioni estreme nella società, e immense distruzioni. Ho preso parte a questi torbidi. Tali circostanze basterebbero senza dubbio a impedire che il più trasparente dei miei atti o dei miei ragionamenti possa mai essere universalmente approvato. Ma inoltre molti di essi, e lo credo bene, possono essere stati mal compresi.”
(p. 9)

Il mio metodo sarà molto semplice. Dirò ciò che ho amato. (altro…)

David Mamet: l’artista in tempi di declino

“Il nostro preoccuparci della personalità, particolarmente della personalità dell’artista, è un’altra manifestazione della ricerca affannosa di esperienze inequivocabili. Il prodotto dell’artista è diventato meno importante della realtà dell’artista. Vogliamo assorbirlo come persona. Vogliamo divorare qualcuno che abbia esperienza del tragico. Nella nostra società un individuo simile è molto più importante di tutto quello che è in grado di creare.”
(p. 56)

(altro…)