esattezza

La punteggiatura, ovvero di uno dei modi dell’esattezza

Non starò qui a spiegarvi come si usano il punto e la virgola, voglio dare per scontato che l’aspirante scrittore possegga i rudimenti basilari per l’uso corretto della punteggiatura. Ciò che mi preme è dare l’idea dell’importanza della punteggiatura, di quanto essa sia parte di quel concetto di esattezza che, nella scrittura, è tutto o quasi: scrivere il necessario, scriverlo nel modo, fra i tanti, che sia il migliore. E proprio nel modo, nello stile, che la punteggiatura occupa una posizione privilegiata: essa pertiene l’ordine delle parole e della frasi, la struttura e la logica del discorso. (altro…)

Annunci

Adorable Cendrars #2. Come scrivere un testo letterario e uscirne vivi

“Ieri, ho terminato la terza parte, e oggi inizio la prima parte.
Ho scritto per distrarmi le poche note precedenti e redigo le considerazioni che seguono sul mio modo di lavorare, pur continuando a prendermi gentilmente in giro. Per essere un principiante, ho una bella faccia tosta!
I miei manoscritti passano per tre fasi:
(altro…)

L’esattezza

Italo Calvino dedicò una delle sue Lezioni americane proprio all’esattezza.
Mi riferisco alla terza lezione: Exactitude.
Le Lezioni americane, incentrate sui valori letterari da preservare per il prossimo millennio – e cioè quello che stiamo vivendo –, dovevano recare il titolo Six memos for the next millennium (Sei proposte per il prossimo millennio), ma Calvino morì prima di tenere il ciclo di conferenze all’Università di Harvard (anno accademico 1985-1986). Così ci sono pervenute, in una pubblicazione postuma (Garzanti, 1988), cinque delle sei lezioni previste: Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità, Molteplicità.
Ebbene, io obbligherei a leggere questo libro precipuamente per studiare la lezione sull’esattezza.
(altro…)