lingua

La fondazione di una nuova lingua. Sade

“La sovversione più profonda (la contro-censura) non consiste quindi necessariamente nel dire ciò che colpisce l’opinione pubblica, la morale, la legge, la polizia, ma nell’inventare un discorso paradossale (puro di ogni doxa): l’invenzione (e non la provocazione) è un atto rivoluzionario: questo può compiersi solo nella fondazione di una nuova lingua. (altro…)

Annunci

La lingua e la parola in futuro. Carlo Michelstaedter

“La lingua arriverà al limite della persuasività assoluta, quello che il profeta raggiunge col miracolo, — arriverà al silenzio assoluto quando ogni atto avrà la sua efficienza assoluta.
[…]
(altro…)

Esperanto, una lingua universale (da “Europeana” di Patrik Ouředník)

Il bisogno di una lingua nuova era stato avvertito in modo pressante da quando il mondo industriale aveva stravolto i valori religiosi e sociali tradizionali e certuni hanno proposto di inventare una lingua universale e dicevano che nel momento in cui tutti avessero parlato la stessa lingua la pace avrebbe regnato nel mondo e allora inventavano lingue di questo genere. […] (altro…)